Morgan   •   Prenotazioni   •   Matera   •   Contatti
image
   
Home
     
Matera > Cosa visitare
 
 
Morgan
Prenotazioni
Matera
  »  Matera Cittą dei Sassi
  »  Cosa visitare
 
Matera2019
 
Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca
Stampa
 
Morgan Ristorante Pizzeria
Via Bruno Buozzi, 2
Sassi di Matera
75100 Matera
Basilicata - Italy
 
Mappa
 
Telefono +39 0835 312233
Mobile +39 328 9172020
>> Email
 
   
Cosa visitare a Matera
Matera offre con i Sassi un grande paesaggio culturale, motivo dell’iscrizione nella lista dei siti UNESCO. Gli antichi rioni presentano una serie architettonica di elementi che si sono stratificati nel tempo, a partire dai complessi rupestri scavati dall’uomo, continuando con le chiese rupestri, aree di sepoltura, che si alternano continuamente con fabbricati di tutte le diverse ere dell’ultimo millennio, medioevo, rinascimento, barocco fino all’epoca moderna. Si troveranno in continuità grotte, ipogei, palazzotti, chiese, vicinati, scalinate, ballatoi, giardini e orti tutti incastonati l’uno nell’altro a formare un luogo unico e magico.

Passeggiando lungo l’asse principale che collega i due rioni Sassi via Bruno Buozzi, via Madonna delle Virtù e via D’Addozio è possibile attraversare questo paesaggio e ammirare al contempo quello del versante opposto della Murgia Materana. E’ possibile salire e scendere dai numerosissimi vicoli che si alternano tra gli edifici e trovarsi in angoli sempre diversi e sorprendenti.
image
image
image
 
Le Chiese rupestri
Particolarmente interessanti sono le Chiese rupestri che è possibile visitare nei Sassi di Matera che rappresentano luoghi dove è testimoniato concretamente il passaggio evolutivo dell’uomo dalla preistoria al cristianesimo.
Le Chiese rupestri infatti si trovano in luoghi di particolare importanza e con ogni probabilità erano già luoghi di culto nelle civiltà rupestri che hanno preceduto quella cristiana.

Le Chiese rupestri più importanti e visitabili sono:

Santa Maria de Idris - San Giovanni in Monterrone
La Chiesa di Santa Maria De Idris è situata all’interno dello sperone roccioso del Monterrone che domina il Sasso Caveoso, nelle vicinanze della Chiesa di San Pietro Caveoso e dell’omonima piazza. La posizione è stupenda e offre un panorama unico, sulla città e sulla Gravina.

Santa Lucia alle Malve
La Chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve si trova nelle vicinanze della precedente S. Maria de Idris nel rione Malve. E’ il primo insediamento monastico femminile dell’ordine benedettino, risalente all’VIII secolo, ed il più importante nella storia di Matera. All’interno sono presenti alcuni tra i dipinti murali più belli e importanti del territorio materano.

San Pietro Barisano
Si trova nel Sasso Barisano, in origine detta san Pietro de Veteribus, è la più grande chiese rupestre della città di Matera. Le indagini archeologiche hanno permesso di individuare il primo impianto rupestre, risalente al XII - XIII secolo, al di sotto del pavimento.
 
Il Centro storico
Nell’attuale centro storico di Matera si trovano diverse piazze lungo un asse chiamato asse settecentesco della città perchè prese la sua fisionomia a partire dalla fine del 1600. Nel centro di Matera si susseguono una serie di importanti palazzi e chiese che hanno avuto un particolare rilievo nel corso della storia cittadina.
In Piazza Vittorio Veneto domina il grande Palazzo dell’Annunziata, ex convento attuale sede della Biblioteca Provinciale. Di fronte il grande palazzo della Prefettura, la Chiesa di San Domenico, la Chiesa dei Cavalieri di Malta, in mezzo 4 grandi aperture delimitano gli ipogei dove sono presenti anche la grande cisterna del Palombaro Lungo, e la Chiesa rupestre del S. Spirito risalente al X secolo.

Lungo l’asse settecentesco si incontreranno le Chiese di S. Francesco d’Assisi e del Purgatorio, il Museo Ridola, Palazzo Lanfranchi. Alle spalle di Piazza S. Francesco il centro si ricongiunge ai Sassi a partire da Piazza del Sedile dove sono presenti numerosi palazzi nobiliari fino ad arrivare alla Cattedrale di Matera, un imponente luogo di culto del XIII secolo.
 
Il Parco della Murgia Materana
Il Parco della Murgia Materana circonda la città di Matera e costeggia i Sassi estendendosi sul versante opposto del canyon scavato nel tempo dalla Gravina di Matera.

Il paesaggio del Parco della Murgia Materana è uno dei più suggestivi e spettacolari tra i paesaggi rupestri nel mondo e parte del territorio, insieme ai Sassi di Matera, è stato inserito nel 1993 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. I Sassi sono sostanzialmente il nucleo urbano che si è sviluppato nel versante più ospitale di questo territorio, favorito dalla presenza sul versante occidentale di una roccia più friabile e più facile da scavare per gli insediamenti umani.
 
Il Parco della Murgia Materana è una tappa molto consigliata nell’ambito di una visita turistica a Matera.
Sono molteplici i luoghi che dove è possibile recarsi per vivere questa esperienza. Il Parco è costituito da ambienti diversi, primo fra tutti quello fluviale della Gravina di Matera che per 20 chilometri percorre il centro del canyon fino a congiungersi con il fiume Bradano nel territorio di Montescaglioso. Ai lati ci sono ripidi pendii alti la cui altezza massima sul livello del mare è quella della Contrada Tempa Rossa, una rupe maestosa che si può vedere fin dalla Costa Jonica del Metapontino.

Altri ambienti tipici del parco sono valloni, valloncelli, gravinelle, con a monte una serie di terrazzamenti e pianori dove si trovano molteplici specie di grande interesse botanico e faunistico. A seconda dell’esposizione, della natura geologica e della presenza di sorgenti o corsi di deflusso delle acque, il parco presenta una notevole alternanza di paesaggi caratterizzati da boschi, fitta macchia mediterranea e aree dove da secoli l’uomo conduce pratiche agricole tipiche dell’ambiente murgiano testimoniate dalla presenza di un consistente numero di masserie.
 
 
         
  © morganristorante.com    
Contatti    Prenotazioni Ristorante    Area Clienti    Privacy Credits: basilicatanet.com